La mente di un DSA

La mente di un DSA

Chi soffre di dislessia sposta le lettere all’interno di una parola si tratta infatti di un disturbo del neurosviluppo che riguarda sia la scrittura, sia la lettura, di lettere e numeri. Gli neuroscienziati del MIT della Boston University attraverso lo studio della dislessia ci mostrano i meccanismi che scatenano il disturbo. Il cervello di chi soffre di dislessia non riesce ad adattarsi ai contesti rapidamente ed ha difficoltà ad associare i suoni con le parole scritte. I ricercatori hanno sottoposto alla risonanza magnetica dieci gruppi di persone ( con o senza dislessia)ai qual sono state fatte sentire alcune parole pronunciate da un’unica persona e altre invece da più persone contemporaneamente. Il cervello nel tentativo di adattarsi a comprendere i suoni attiva determinate aree che una volta raggiunto l’epicentro tornano allo stato iniziale.  Nelle persone non dislessica questo percorso di adattamento giunge al termine dell’ascolto della singola voce, ma non quando le voci sono molteplici.
Nelle persone dislessiche invece l’attività  celebrale resta alta in entrambi i casi senza riuscire ad adattarsi per ritornare allo stato iniziale di equilibrio. il dislessico ha …….nello stesso modo o da una sola voce. Gli scienziati sono passati anche all’analisi ella reazione del livello agli stimoli visivi ed il risultato è stato lo stesso. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *